English version  


  SOTTOSOPRA
  Una riserva di sorprese dai depositi della Galleria d’Arte Moderna


Sabato 24 e domenica 25 settembre, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, la GAM di Milano inaugura Sottosopra, un’iniziativa dedicata alla collezione di opere scultoree mai esposte e conservate nei depositi, normalmente chiusi al pubblico, con una serie di visite guidate esclusive in programma tutti i fine settimana fino al 19 marzo 2017.

Nei depositi della Villa Neoclassica di via Palestro, sono circa un migliaio le opere conservate, dal tardo Neoclassicismo al Novecento, di grande valore storico e sociale, impreziosite da bozzetti, studi preparatori, versioni definitive, legate alla storia e ai luoghi monumentali della città - dall’Accademia di Brera al Duomo, dall’Arco della Pace al Cimitero Monumentale. 

Cuore del progetto è l’Atelier di restauro, allestito nelle sale dei depositi, dove un team di restauratori è  al lavoro per il recupero conservativo di 70 sculture, con interventi di diversa natura e differenti tecniche e saranno a disposizione per visite a tema. 

Un’occasione unica e irripetibile per il pubblico che potrà partecipare al dietro le quinte di una grande mostra: le opere in restauro, infatti, faranno parte di 100 anni. La scultura a Milano dal 1815 al 1915 un’esposizione che ripercorre la produzione scultorea lombarda dal tardo neoclassicismo alla stagione simbolista, che inaugurerà il 23 marzo 2017.

Sottosopra dedica la propria attività nei mesi che precedono la mostra temporanea, alla valorizzazione del patrimonio del museo,  aprendo al pubblico i luoghi meno conosciuti e coinvolgendolo nella vita del museo. I percorsi di visita tracceranno un racconto articolato tra le opere mai esposte, illuminandone i legami, le storie, gli artisti, i soggetti, le tecniche e i materiali.

Laboratori didattici ed eventi esclusivi arricchiranno la programmazione e a conclusione dei restauri delle opere più significative, la GAM dedicherà conferenze e momenti di approfondimento.

La serie di iniziative sarà inaugurata in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio con la prima apertura al pubblico articolata in due visite guidate per gruppi di 20 persone con prenotazione obbligatoria fino a esaurimento posti sabato 24 e domenica 25 settembre (dalle 17.30 alle 18.30). 
In occasione dell'inaugurazione e delle Giornate Europee del Patrimonio le visite guidate saranno gratuite.
Per prenotazioni: 
c.galleriadartemodernaoperadartemilanoit oppure tel. 02.45487400 (lun-ven 9.00-17.00).

Comunicato stampa
Il restauro delle sculture conservate nei depositi

Galleria D'Arte Moderna di Milano
via Palestro 16 - 20121 Milano


GIORNI E ORARI DELLE VISITE GUIDATE 
Dal 24 settembre 2016 al 19 marzo 2017

  • Sabato  dalle ore 17.30 alle 18.30  
  • Domenica dalle ore 17.30 alle 18.30
  • Costo:  € 10,00

Prenotazione obbligatoria con ingresso consentito fino a esaurimento posti (gruppi 20 persone).
Per prenotazioni:
c.galleriadartemodernaoperadartemilanoit 
tel. 02 88445947 (lun-ven 9.00-13.00)
tel. 02 45487400 (lun-ven 9.00-17.00)
Info: www.operadartemilano.it

Per gli orari del museo consulta Orari e Tariffe  

CALENDARIO delle PROSSIME VISITE GUIDATE 

Gennaio

Sabato, 14 gennaio 2017
Sabato, 21 gennaio 2017
Domenica, 22 gennaio 2017
Sabato, 28 gennaio 2017
Domenica, 29 gennaio 2017


Per il mese di febbraio e marzo le visite guidate ai depositi si svolgeranno secondo il calendario di seguito riportato.

Febbraio 

Sabato 4 febbraio 2017
Domenica 5 febbraio 2017
Domenica 12 febbraio 2017
Sabato 18 febbraio 2017
Domenica 26 febbraio 2017


Marzo
 

Domenica 05 marzo 2017
Sabato 11 marzo 2017
Sabato 18 marzo 2017
Domenica 19 marzo 2017

 



















I depositi di un museo rappresentano una sorta di riserva aurea, in perenne rapporto con le collezioni esposte: devono essere anch’essi visitabili e funzionano come un serbatoio di sorprese. Anche il discorso sui magazzini dei musei da dunque parte di quello, ancor più vasto, che abbiamo fatto sul “patrimonio latente”, quello che già ci appartiene, ma ancora non sappiamo bene che c’è o che cos’è. Anche nei magazzini, e non solo nelle stratificate mura i palazzi e chiese, si celano impensate novità”.
Salvatore Settis


Foto
 Marilena Anzani©Aconerre (particolari)